BtL Workshop è lieto di annunciare l’apertura delle iscrizioni al Workshop:

Il Neurofeedback nel Trauma dello Sviluppo:

Calmare il cervello guidato dalla paura

Venerdì 16 e Sabato 17

Giugno 2017
Workshop (numero chiuso)

Giornata di Supervisione: Modello di Regolazione dell’Arousal con il NFB:Trattare Pazienti con Trauma dello Sviluppo

Domenica 18

Giugno 2017
Supervisione (numero chiuso)

DATA

 

16-18 GIUGNO 2017

 

ORARI 9:00 – 18:00 

SEDE 

Milano 

 

Doria Grand Hotel**** Viale Andrea Doria, 22 – 20124 Milano

Tel. +39 02 67 411 411 – www.doriagrandhotel.it

 

Sono state concordate tariffe agevolate

 

 

Fare riferimento a

"BtL Workshop"

 

È prevista la traduzione in consecutiva


Download
Locandina Workshop e Supervisione Sebern Fisher
Locandina Fisher.pdf
Documento Adobe Acrobat 179.7 KB
Download
Download Enghish Version
Locandina Fisher EN.pdf
Documento Adobe Acrobat 167.6 KB

TARIFFE WORKSHOP

€ 360,00 + IVA entro il 31 Marzo 2017
€ 410,00 + IVA dal 1 Aprile al 30 Maggio 2017
€ 460,00 + IVA dopo il 1° Giugno 2017

 

TARIFFE WORKSHOP + SUPERVISIONE
€ 540,00 + IVA
 
 
SCONTI                    Non cumulabili

 - € 50,00 per partecipanti ai Precedenti BtL e Soci ARP

 - € 20,00 per partecipanti ai Corsi Psicosoma, Centromoses e PDFRI
 
 
 



ECM

In fase di accreditamento per il solo Workshop

 
   

A chi è rivolto

 

INFORMAZIONI

Psicoterapeuti, Psicologi Clinici, Psichiatri e Medici, regolarmente iscritti ai rispettivi albi.

 

Segreteria del BtL Workshop cell. 328 4567 256 Virginia Giussani

Segreteria Scientifica bertulli.btlworkshop@gmail.com dott.ssa Paola Bertulli



RELATORE

SEBERN FISHER

Psicoterapeuta e professionista di neurofeedback svolge attività privata con adulti e adolescenti con problemi di trauma dello sviluppo. Da almeno 20 anni insegna  a professionisti negli Stati Uniti e nel mondo il neurofeedback, i disordini nell’attaccamento e l’integrazione tra neurofeedback e psicoterapia. 

È stata Direttore Clinico di una Comunità per adolescenti gravemente disturbati per 15 anni. 

È autrice del libro Neurofeedback in the Treatment of Developmental Trauma: Calming the Faer-Driven Brain, acclamato dalla critica. 

La traduzione italiana del libro è in uscita per Cortina ed. 

Conduce questo workshop per condividere le sue esperienze con i sopravvissuti di 

trauma regolando i loro cervelli e calmando le tempeste affettive che ancora troppo spesso minacciano le loro vite.


Descrizione del Workshop

Gli adulti che sono sopravvissuti alla trascuratezza, all’abuso e all’aggressione avvenuti nella prima infanzia sono spesso ritenuti altamente resistenti al trattamento psicologico. Tuttavia, questa definizione è fuorviante poiché suggerisce l’idea che le persone sofferenti per le conseguenze di queste infanzie siano resistenti al trattamento contrapponendosi  all’idea che siano i nostri attuali trattamenti non adeguati ad esse. 

Il problema centrale che queste persone devono affrontare con i loro terapeuti è l’incapacità di regolazione degli stati affettivi guidati dai sistemi limbici e sub-limbici della paura. Anche se lo stato stabile del terapeuta può dar loro sollievo, con la terapia della parola non possiamo raggiungere i loro cervelli altamente attivati e guidati dalla paura. 

I farmaci possono renderli meno sensibili ma non possono calmare il terrore che li aggredisce. Come dimostra la ricerca recente di Bessel van der Kolk e di Ruth Lanius, il neurofeedback o biofeedback dei ritmi elettrici del cervello, può insegnare ai cervelli ad autoregolarsi, perfino a questi cervelli colpiti così profondamente. Una volta raggiunta la regolazione degli affetti la terapia può iniziare.

Questo workshop offre una panoramica sulla scoperta del neurofeedbaack e su come funziona. Verrà preso in considerazione come il trauma e il fallimento dell’attaccamento nella prima infanzia impattino sullo sviluppo del cervello, sulla regolazione degli affetti e sul senso del sé. Verrà esplorato il dominio elettrico del funzionamento del cervello e come il neurofeedback calmi l’affetto e regoli il funzionamento del cervello facendo riferimento ai suoi circuiti. Nel secondo giorno si discuterà di come integrare il neurofeedback con la psicoterapia, i cambiamenti che apporta e i benefici.


Programma del Workshop

Venerdì 16 Giugno 2017

9:00

Introduzione. Il mio ingresso nel mondo del NFB.

  • Definizione di trauma dello sviluppo e del suo impatto sul cervello (studi di van der Kolk, Lanius, et al).
  • Obiettivi del NFB nel trattamento di pazienti con trauma dello sviluppo. Diagnosi e DSM.

Storia di una paziente con trauma dello sviluppo: il suo percorso terapeutico tra NFB e psicoterapia (Video)

 

11:00 Coffee Break
11:20

Approfondimenti, domande
Ritmi, frequenze e stati di arousal:

  • Come le oscillazioni regolano o disregolano il cervello. 
  • Come i pattern di frequenza sottendono agli stati mentali 

13:00

Pranzo
14:00

Approfondimenti, domande

  • Emozione, arousal, caratteristiche di stato e di tratto 

15:30

 Coffee Break

15:50
  • Modello di regolazione dell’arousal del NFB. Esempi dei cambiamenti nel funzionamento

18:00

Chiusura Workshop e Verifica ECM


Sabato 17 Giugno 2017

9:00 Riepilogo e domande sugli argomenti trattati nella prima giornata
Introduzione: integrazione del NFB nella psicoterapia.
  • Un percorso terapeutico è impossibile se prima non esiste un senso del sé e dell’altro
Storia di un paziente DDI: sé, attaccamento, neurofeedback e psicoterapia (Video)
  • NFB: Assessment clinico
11:00 Coffee Break
11:20

NFB: Assessment clinico (cont.). 

  • Cosa dobbiamo aspettarci dal NFB?
13:00 Pranzo
14:30 Approfondimenti, domande
  • Quali interventi terapeutici utilizzare in integrazione con il NFB
16:00 Coffee Break
16:20

Riepilogo, domande e conclusioni. 

18:00 Verifica ECM e conclusione lavoro

Giornata di Supervisione

Domenica 18 Giugno

Modello di Regolazione dell’Arousal con il NFB: Trattare Pazienti con Trauma dello Sviluppo

Coordinata dal Comitato Scientifico Dottori Oriani, Patti, Pistocchi, del Servizio Diagnosi e Cura del Trauma Psicologico di ARP Milano 


Mattino 9:00 -13:00

Pomeriggio 14:00 - 17:30

 

Sono previsti due coffe-break nel corso della giornata

Durante la giornata, la dottoressa Fisher presenterà un suo caso analizzandolo in profondità, riservando ampio spazio alla scelta del protocollo utilizzato, alle implicazioni sul SNC, all’assesment e alla rivalutazione del caso, a quali domande porre per il raggiungimento degli obiettivi prefissati.

Tale analisi verrà analogamente presentata su casi che il Comitato Scientifico avrà precedentemente selezionato.

I partecipanti avranno quindi l’opportunità di rendersi conto di come le emozioni di paura, vergogna e rabbia, codificate nel cervello come pattern di attivazione e presenti nelle vite dei pazienti sin dall’infanzia, possano essere modificati mediante l’introduzione del NFB nel contesto psicoterapeutico.